L’antica Via Salaria

Italia Coast-TO-Coast

Da San Benedetto del Tronto a Roma, un viaggio nel tempo e nella storia lungo un’antica via consolare : la Salaria.
I primi cenni a questa via arrivano dalla preistoria ma il massimo splendore è da attribuire al periodo dell’Impero Romano ed è sotto il Regno di Augusto, che ne riconosce l’importanza commerciale e strategica, che raggiunge il suo apice.
Un percorso incuneato tra diverse catene montuose e valli strette e profonde scavate dallo scorrere dei fiumi.

Piano Grande di Castelluccio (800x534)

 

GIORNO 1 : San Benedetto del Tronto – Arquata del Tronto
Partendo da San Benedetto l’itinerario si snoda seguendo a ritroso quasi tutta la valle del fiume Tronto dalla sua foce nel mare Adriatico fino ad Arquata.San Benedetto del Tronto (800x533)
La prima parte è caratterizzata dal passaggio all’interno di alcune riserve ed oasi come la “Riserva Naturale Regionale della Sentina” e “l’Oasi naturale La Valle di Pagliare” dove il verde e il silenzio saranno nostri compagni di viaggio. Da qui fino ad Arquata si segue la Salaria Vecchia alternandola a tratti su pista ciclabile: questa parte del percorso è caratterizzata numerosi ponti a schiena d’asino risalenti al periodo medievale.

GIORNO 2 : Arquata del Tronto – Cittareale
La giornata inizia seguendo un tratto in salita della Salaria Vecchia fino ad imboccare uno lake campotosto (800x429)sterrato diviso dal confine Marche /Lazio che ci conduce fino al colle della Forcella da dove inizia una brecciata con scorci davvero suggestivi sui monti della Laga. Superato il paese di Accumuli si procede in sino ad imboccare una strada bianca che diventa poi un divertente tratturo fino a superare il bosco che ci conduce alle porte di Collalto dove dopo un falsopiano molto panoramico si giunge alla discesa per Amatrice. Dopo una visita al centro della città si alternano tratti asfaltati a sterrati in cresta fino a raggiungere Cittareale dove passeremo la seconda notte.

GIORNO 3 : Cittareale – Rieti  shutterstock_243968875 (800x546)
Il percorso segue il corso del fiume Velino superando le gole omonime dove si trovano i resti più importanti della via romana e si collega ai percorsi della storica dorsale nord-sud che collegava l’area umbro spoletina all’area abruzzese-amiternina per terminare poi a Rieti, centro geografico della penisola italiana.

GIORNO 4 : Rieti – Monterotondo
L’itinerario ripercorre la Via Francigena di San Francesco per Roma ed è caratterizzato dai numerosi reperti storici che sono stati salvati e riportati alla luce come il Ponte Sambuco, antico viadotto romano rimasto in funzione fino ai mutamenti nella rete stradale avvenuti subito dopo l’unità italiana, o la Trebula Mutuesca, un’importante area archeologica di fondazione sabina risalente al I° secolo a.C.

GIORNO 5 : Monterotondo – Roma  shutterstock_147643964 (800x533)
L’ultimo giorno del nostro viaggio ci vede ormai alle porte di Roma ed il verde dei giorni scorsi ormai è quasi del tutto scomparso. L’ultimo tratto in sterrato molto piacevole ci conduce attraverso la Riserva della Marcigliana e ci accompagna a Montesacro. Da qui il percorso procede attraverso le vie della capitale e transita in alcuni del punti più spettacolari della città come il Ponte Milvio,uno dei più antichi e importanti ponti dell’Urbe e continua lungo il Tevere per terminare davanti alla Basilica di San Pietro.

 

GUARDA LA GALLERY !

 IL VIAGGIO IN NUMERI:

DURATA: 5 giorni + 4 notti

DISTANZA DA PERCORRERE : 305 km + 5000m di dislivello
GIORNO 1 : San Benedetto – Arquata del Tronto : 73 km – 930 m di dislivello / 5 ore di pedalata
GIORNO 2 : Arquata del Tronto – Cittareale : 66 km – 1800 m di dislivello / 6 ore di pedalata
GIORNO 3 : Cittareale – Rieti : 61 km – 670 m di dislivello / 5 ore di pedalata
GIORNO 4 : Rieti – Monterotondo : 70 km – 1270 m di dislivello / 6 ore di pedalata
GIORNO 5 : Monterotondo – Roma : 35 km- 360 m di dislivello / 3 ore di pedalata

QUOTA DI PARTECIPAZIONE : comprensiva di

  • 4 notti in hotel/agriturismo con trattamento di ½ pensione
  • 4 pranzi al sacco (2 panini – 1 frutto – ½ litro d’acqua)
  • 1 pranzo in trattoria all’arrivo a Roma
  • Un mezzo di supporto per il trasporto bagagli e il supporto meccanico in caso di guasti (eventuali pezzi di ricambio esclusi)
  • 2 accompagnatori sul percorso
  • Assicurazione e assistenza lungo il percorso (per i dettagli dell’ASSICURAZIONE FREE SPORT clicca qui).

Alla partenza tutti i partecipanti dovranno essere in possesso di visita medica di “sana costituzione” e dovranno consegnarne una fotocopia agli organizzatori

VIAGGIO DI RITORNO: L’organizzazione mette a disposizione il proprio supporto logistico per studiare la soluzione migliore per ogni partecipante.

COME ISCRIVERSI ? Clicca qui oppure se vuoi personalizzare il tuo viaggio ad hoc clicca qui.

PRIMA DI PARTECIPARE: non dimenticarti di controllare lo stato della tua MTB e del tuo equipaggiamento (casco, luce posteriore e zaino).
Non sai come fare? Leggi i nostri consigli, clicca qui.